Omnia mutantur, nihil interit

Nuovo blog, avrete visto, e nuovo layout. Un layout magico che, sì, dà a questa remota provincia del web un aspetto più professionale (e infatti anche io mi sento più professionale, e a leggere certi vecchi articoli mi vergogno di averli pubblicati, e mi riprometto di scriverne di migliori in futuro), ma che mi presenta anche una nuova interessante schiera di problemi. Ad esempio le etichette, che prima, con la loro cornucopica abbondanza in bella mostra sopra ogni pagina, servivano a mostrare l'abbondanza del blog, e che, da mappa che erano all'inizio, con la moltiplicazione degli argomenti che hanno suscitato il mio interesse (la qual cosa, ai suoi tempi, mi aveva già suggerito questo primo cambiamento), erano diventate labirinto, ma pazienza; queste etichette, dicevo, sono ora nascoste in un menu a tendina sulla sinistra della pagina. Il che, se devo essere sincero, rende sì più ordinata la home, ma non stuzzica più l'occhio del curioso che giungesse per caso o per schema su questo blog. Pazienza.
Un altro brutto effetto di questo nuovo layout sono le citazioni. Che appaiono gigantesche (e non c'è verso di ridimensionarle, neanche cambiando manualmente la loro grandezza dal Designer di temi di Blogger - anzi, se qualcuno sa come farlo, me lo scriva qui sotto) e che, sebbene siano tutte allineate sulla sinistra, sembrano sempre allineate al centro.
Ora l'inverno del nostro scontento
si è tramutato in fulgida estate sotto questo sole di York. 
La cosa la si risolve giustificandole, e questo va bene per gli articoli che verranno in futuro; ma per quelli passati, mica posso mettermi a cercarle tutte manualmente e giustificarle (in realtà lo farò, pian piano, perché quando mi metto in mente una cosa...).
Ora l'inverno del nostro scontento
si è tramutato in fulgida estate sotto questo sole di York. 


Queste comunque son sciocchezze; il nuovo layout mi soddisfa molto, e spero piaccia anche a voi. Nei prossimi giorni aspettatevi, magari, altre modifiche; e se aveste qualche suggerimento o qualche difficoltà, parlatemene, che anzi mi fate un gran favore.
IMPORTANTISSIMO: i pulsanti per condividere ci sono ancora, solo che adesso, sempre per quell'ansia di riordino che m'ispira il layout, sono stati ritirati. C'è un simbolo, quello universale della condivisione, in cima e in fondo a ogni articolo: cliccate lì e appaiono le vecchie opzioni. Face front, True Believers!

Commenti

Post popolari in questo blog

Nuovo linus (ovvero ritrovare i Peanuts)

Professor X, o dei Meccanismi di Difesa

Ad Deum qui laetificat juventutem meam