venerdì 13 novembre 2015

Froutterismo e tram-tram quotidiano

Quando dico alla gente che il froutterismo è una parafilia, cioè quella che un tempo veniva chiamata perversione sessuale, c'è sempre qualche simpaticone che mi chiede se si tratta di feticismo per la frutta.

Well played, gente

No. Il froutterismo è quella particolare parafilia di chi ottiene piacere sessuale strusciandosi addosso a degli sconosciuti.

Come tutte le parafilie, tratti di froutterismo sono presenti in ognuno di noi. In chiunque abbia una vita sessuale normosviluppata, cioè. Una pratica non-penetrativa, che si chiama per l'appunto frottage, di cui nessuno si stupisce, a sentirne parlare, riguarda proprio lo strofinare una zona erogena sul corpo del partner. Anche vestiti, la sensazione è piacevole, e spesso, nel caso di soggetti maschi, viene seguita da un orgasmo.
Quindi, posto il frottage, cosa rende la pratica del froutterismo patologica?
Come tutte le parafilie, è essenzialmente il carattere pervasivo e monopolizzante del fenomeno che ci porta a pensare che sia patologico. Una persona sana può giungere all'orgasmo strusciandosi contro il partner come in una miriade d'altri modi; un froutteur è invece in grado di raggiungere l'orgasmo solo, o quasi esclusivamente, quando si struscia su persone non consenzienti.
I froutteur sono solitamente maschi, spesso fantasticano di intrattenere relazioni con le persone contro cui si strusciano e nel tempo libero intraprendono comportamenti parafiliaci di altro tipo. Esercitare il froutterismo è, sia chiaro, reato: si tratta di molestia sessuale, anche se spesso viene considerata con indulgenza da chi è chiamato a giudicarla.

"In fondo, un maschio è pur sempre un maschio"

Io, per parte mia, da quando so che esiste questa parafilia, ho sempre qualche remora a salire su un pullman, su un tram, o su un metrò particolarmente affollati. Per non saper né leggere né scrivere. Che far felice la gente non mi dispiace, okay, ma in linea generale, che almeno poi mi si offra da bere!

Guardatevi le spalle e vestitevi sempre pesante

Nessun commento:

Posta un commento